Mancini MANCINI Mancini MANCINI Intorno al pastificio, tra le colline marchigiane, si coltivano i campi da cui nasce la Pasta Mancini. Le Marche sono vocate alla coltivazione del grano duro, per il tipo di terreno, il clima e la cultura agronomica dei contadini, con la pratica della rotazione delle colture che favorisce la biodiversità. In casa Mancini, dalla spiga alla tavola, la tracciabilità è garantita, così come l’assenza di residui chimici, certificata da costanti analisi di laboratorio. La lavorazione artigianale, poi, enfatizza le caratteristiche della materia prima. Mancini MANCINI Mancini MANCINI Ogni varietà coltivata da Mancini differisce per taglia, colore, tenore in glutine, contenuto proteico, potenziale produttivo. Tutte sono state scelte in base a criteri agronomici e qualitativi elevatissimi. Una menzione particolare merita il grano da cui nascono i Turanici, che prende il nome dalla specie utilizzata, appunto il grano “turanico”. Si tratta di un grano dal glutine altamente digeribile, da cui si ottiene una eccellente pasta estremamente aromatica. Mancini MANCINI Mancini MANCINI Pasta Mancini si riconosce per il colore giallo chiaro dorato, il profumo di grano maturo, la consistenza ruvida al tatto per raccogliere il condimento e porosa all’interno. L’eccellenza nasce nei campi e si fa concreta in pastificio. La ruvidità della pasta deriva dall’utilizzo della trafila in bronzo. Uscita dalla trafila la pasta viene privata lentamente della sua umidità. La fase successiva è l’essiccazione ad una temperatura di 40 gradi circa, per un periodo di tempo molto lungo, che raggiunge i due giorni per alcuni formati. Mancini MANCINI

Intorno al pastificio, tra le colline marchigiane, si coltivano i campi da cui nasce la Pasta Mancini. Le Marche sono vocate alla coltivazione del grano duro, per il tipo di terreno, il clima e la cultura agronomica dei contadini, con la pratica della rotazione delle colture che favorisce la biodiversità. In casa Mancini, dalla spiga alla tavola, la tracciabilità è garantita, così come l’assenza di residui chimici, certificata da costanti analisi di laboratorio. La lavorazione artigianale, poi, enfatizza le caratteristiche della materia prima.

Ogni varietà coltivata da Mancini differisce per taglia, colore, tenore in glutine, contenuto proteico, potenziale produttivo. Tutte sono state scelte in base a criteri agronomici e qualitativi elevatissimi. Una menzione particolare merita il grano da cui nascono i Turanici, che prende il nome dalla specie utilizzata, appunto il grano “turanico”. Si tratta di un grano dal glutine altamente digeribile, da cui si ottiene una eccellente pasta estremamente aromatica.

Pasta Mancini si riconosce per il colore giallo chiaro dorato, il profumo di grano maturo, la consistenza ruvida al tatto per raccogliere il condimento e porosa all’interno. L’eccellenza nasce nei campi e si fa concreta in pastificio. La ruvidità della pasta deriva dall’utilizzo della trafila in bronzo. Uscita dalla trafila la pasta viene privata lentamente della sua umidità. La fase successiva è l’essiccazione ad una temperatura di 40 gradi circa, per un periodo di tempo molto lungo, che raggiunge i due giorni per alcuni formati.

©2018-2021 Stefano Mauro Vini - vicolo Simone, 2 Cassacco (UD) - P. IVA 01296550302 - RAE: UD - 165661

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

Create Account